Mi Pareva di Volare di Chiara Reggiani

Camminando, mi pare di volare.
Non a cavalcioni di una scopa
ma a cavallo della mia fica.

Ad ogni passo
sento le labbra nude sfregare l’una contro l’altra
umide e scivolose del mio succo.
I pensieri vagano
indulgono su immagini sensuali, eccitanti, porno.
Tremendamente consapevole della mia clitoride turgida
dei miei seni
dei capezzoli protesi
avanzo per la strada gremita di gente.
Mi pare di essere nuda
il mio desiderio esposto ed evidente allo sguardo di tutti.
Mi sento calda.
Sento perfettamente la cavità del mio sesso che si insinua dentro di me,
mi apre da sotto
si contrae, si allunga in me. Mi scuote da dentro.
Socchiudo la bocca, mi inumidisco le labbra con la lingua.
Cammino lenta in una nuvola di desiderio carnale.
Sensuale e bella
forte della potenza della mia carne vogliosa.

Appagata e felice anche solo del desiderio insoddisfatto che mi riempie.

Tags: , , , , , , ,

3 Responses to “Mi Pareva di Volare di Chiara Reggiani”

  1. setup 23 novembre 2013 at 18:48 Permalink

    mmm complimenti ispira molto…

    • La Passione 25 novembre 2013 at 18:39 Permalink

      Questa poesia è piaciuta molto anche a noi quando l’abbiamo sentita recitata da Chiara durante il suo reading presso il nostro negozio a Verona. Grazie per il commento.

  2. Davide Vieri 28 marzo 2014 at 05:16 Permalink

    Wow…che racconto…é davvero interessante scoprire le fantasie erotiche di una persona…soprattutto se raccontate così bene e con l’intenzione di far capire quello che veramente si stava provando!!! Complimenti! :-)

Lascia un Commento