Le Baccanti

Per gli interessati ecco una breve presentazione della famosa tragedia Le Baccanti di Euripide. Opera molto interessante per capire il mondo contemporaneo come quello antico. Euripide morì pochi mesi dopo averla completata tra il 407 e il 406 a.C. Risulta ancora un libro incredibilmente contemporaneo.

La trama  vede Dioniso protagonista, dio del vino, del teatro e del piacere fisico e mentale in genere. Dioniso era nato dall’unione tra Zeus e Semele donna mortale. Tuttavia le sorelle della donna e il nipote Penteo re di Tebe sparsero la voce che Dioniso in realtà era nato da una relazione tra Semele e un uomo, e che la storia del rapporto con Zeus era solo uno stratagemma per mascherare la “scappatella”. Mettendo per ciò in dubbio la divinità di Dioniso.

Dioniso per convincere tutta Tebe di essere un dio e non un uomo introduce  un germe di follia in tutte le donne della città, le quali se ne vanno sul monte Citerone a celebrare riti in onore di Dioniso stesso.

Questo fatto però non convince Penteo: egli rifiuta strenuamente di riconoscere un dio in Dioniso. Le baccanti intanto invadono alcuni villaggi, devastando tutto. Dioniso, convince allora Penteo a mascherarsi da donna per poter spiare di nascosto le Baccanti. Ma una volta giunto sul monte Citerone Penteo viene fatto a pezzi dalle donne stesse aizzate da Dioniso.

Quando Agave madre di Penteo torna a palazzo da Cadmo con il bastone sulla cui sommità è attaccata la testa di Penteo e che lei crede la testa di un leone. Cadmo, sconvolto riesce pian piano a far rinsavire Agave, che infine si accorge con orrore di ciò che è accaduto.

A quel punto riappare Dioniso che spiega di aver architettato questo piano per punire chi non credeva nella sua natura divina, e condanna Cadmo e Agave a essere esiliati in terre lontane. Con l’immagine di Cadmo e Agave che, commossi, si dicono addio, si conclude la vicenda.

Link Utili:

Le baccanti

Euripide Le baccanti, Testo

Dioniso il culto delle Donne

Tags: , , , , , , , , ,

2 Responses to “Le Baccanti”

  1. federico 22 maggio 2013 at 16:07 Permalink

    Ho semplicemente aggiunto il tuo feed all’RSS Reader… continuo a seguirvi, Grazie!

  2. ditta-traslochi 25 maggio 2013 at 03:32 Permalink

    Continuate cos

Lascia un Commento